Paul Hunter

PAUL HUNTER (1978-2006)

Paul Hunter

Paul Alan Hunter è stato un giocatore di biliardo professionista inglese. Il suo profilo multimediale si sviluppò rapidamente e divenne noto come il “Beckham del tapete”, a causa della sua bellezza e lo stile flamboyant.

Onori: è stato tre volte campione del Masters, vincere il titolo nella cornice decisiva in tutte e tre le occasioni. Fatto 114 centinaia in competizione durante la sua carriera professionale, incluso il tuo record personale di a 146 nella Premier League di 2004. Ha vinto anche tre titoli di classifica, il British Open e il Welsh Open (che ha vinto due volte).

A marzo 2005 A Hunter è stato diagnosticato un tumore neuroendocrino ed è morto poco prima di lui 28 festa di compleanno, in ottobre 2006.

Durante la sua infanzia, grazie al sostegno e all'incoraggiamento di amici e familiari, passava molte ore a biliardo e andava spesso a Bradford per allenarsi con Joe Johnson. Al 12 años Hunter fue considerado untalento junior sobresaliente”. Ha vinto molti tornei giovanili e con 14 anni ha vinto il campionato inglese di doppio con Richard Brooke. Con l'aiuto di ex giocatori professionisti di biliardo Joe Johnson e Jimmie Michie, Hunter ha fatto il suo debutto professionale a luglio 1995, all'età di 16 anni.

Quattro mesi dopo il suo debutto professionale, Hunter ha raggiunto il secondo round del campionato britannico in 1995, sconfiggendo il numero sei del mondo Alan McManus di 9-4. Un altro dei suoi successi è stato diventare il giocatore più giovane a raggiungere le semifinali di un evento di classifica., quando è arrivato al Welsh Open in 1996 con 17 anni e tre mesi, sconfiggere Stephen Hendry sulla strada.

In 1996 ha anche raggiunto i quarti di finale del campionato britannico, dove ha battuto Willie Thorne (9-0), James Wattana (9-5) e Terry Murphy (9-7) prima di perdere 5-9 contro il successivo campione Stephen Hendry. Hunter è stato premiato con un jolly (invito) per giocare nel Masters of 1.997, dove ha perso 1-5 contro Mark Williams al primo turno.

La sua prima vittoria in un torneo di classifica è arrivata al Welsh Open in 1998, dove ha sconfitto sette giocatori per sollevare il titolo e rivendicare il 60.000 £ dall'assegno del vincitore: Paul Wykes (5-3), Neal Foulds (5-2), Steve Davis (5-3), Nigel James Bond (5-4), Alan McManus (5-3) y Peter Ebdon (6-1), prima di sconfiggere John Higgins in finale con 9-5. Durante la finale, Hizo cacciatore 3 centinaia (108, 116 e 127). solo 2-4 giù, ma ha vinto sette degli ultimi otto fotogrammi per aggiudicarsi il titolo.

Il suo successo è continuato e ha raggiunto le semifinali del campionato britannico in 1998 y fue nombradoJugador Joven del Añopor la Asociación de Escritores de Snooker (Associazione Scrittori Snooker).

La prima apparizione di Hunter sul Crogiolo è arrivata al Campionato del Mondo di 1.999, dove ha perso 10-8 al primo turno contro il successivo campione Stephen Hendry. La sua buona forma in quella stagione lo ha fatto salire al numero 12 della classifica mondiale. Dopo la stagione 1999/2000 caduto al posto 14 nella classifica di 2000/2001. La stagione successiva è arrivato secondo al Welsh Open, semifinalista al British Open e allo Scottish Open e ha raggiunto i quarti di finale al Grand Prix e al China Open.

Nei Maestri di 2001, Hunter ha battuto il suo amico e campione in carica Matthew Stevens negli ottavi di finale (6-5), Peter Ebdon ai quarti di finale (6-3) e Stephen Hendry in semifinale (6-4). In finale, Hunter recuperato da un handicap di 3-7 contro Fergal O'Brien per finire vinto da 10-9. Ha fatto quattrocento in sei fotogrammi e ha vinto il primo premio, dotato di 175.000 libbre. Nella sua intervista post-partita, Hunter causó sensación en los medios al admitir que recurrió aPlan Bcon Lindsey Fell, la sua allora fidanzata, durante la pausa durante il viaggio 2-6 giù. Il “B” in “Plan Bsupuestamente se refiere a la palabrabonk”, un termine gergale inglese usato per dire che hanno avuto rapporti sessuali. Hunter e Fell si ritirarono nella loro stanza d'albergo e lui si ricordò...: "Il sesso era l'ultima cosa nella mia mente. Non ero dell'umore. Ma dovevo fare qualcosa per rompere la tensione. È stata una sessione veloce – di 10 minuti o giù di lì – ma mi sono sentito davvero bene dopo. (...) Ho fatto un pisolino e poi ho giocato come in un sogno. Stavo bombardando quattrocento in sei fotogrammi. ho vinto facilmente.".

In 2002 Hunter ha mantenuto il suo titolo. Sconfitto Stephen Lee al primo turno, Peter Ebdon ai quarti di finale (6-5) e Alan McManus in semifinale (6-5) per raggiungere la finale, dove ha sconfitto Mark Williams da 10-9, anche se era dietro con un punteggio di 0-5. Con ciò, è diventato il terzo giocatore nella storia del Masters a conservare il trofeo, insieme a Cliff Thorburn e Stephen Hendry e, nel farlo, ha vinto il premio in denaro di 190.000 libbre.

Hunter ha anche vinto il suo secondo titolo Welsh Open, sconfiggendo Ken Doherty in finale di 9-2. Comunque, nel campionato del mondo di 2002 è stato sconfitto al primo turno da Quinten Hann da 9-10.

Il suo successo è stato quello di continuare al British Open in 2002, dove ha ottenuto il suo terzo titolo in classifica battendo Ian McCulloch per 9-4 in finale. Hunter non è riuscito a vincere il Masters per la terza volta consecutiva in 2003, da quando ha perso 3-6 in semifinale contro il secondo classificato dell'anno precedente, e il successivo campione, Mark Williams. Comunque, il suo più grande successo in quella stagione era a pochi mesi di distanza.

Nel Campionato Mondiale 2003, battere Allister Carter (10-5), un Matthew Stevens (13-6) e il campione in carica Peter Ebdon (13-12) per raggiungere le semifinali. Nella sua semifinale, Hunter ha stabilito un vantaggio di 15-9 durante le riprese serali su Ken Doherty, tuttavia riuscì a vincere solo uno dei restanti nove fotogrammi e finì per perdere la partita per 16-17. Grazie alle sue prestazioni, Hunter ha conquistato per la prima volta nella sua carriera un posto tra i primi otto al mondo nella classifica mondiale di 2003/2004, dopo essere stato il numero nove nelle due stagioni precedenti.

In stagione 2003/2004 Hunter ha vinto il Master per la terza volta in quattro anni, ancora una volta con un pennarello di 10-9. Hunter stava perdendo l'intera partita contro Ronnie O'Sullivan (1-6, 2-7, 6-8 e 7-9), ma è stato imposto, ha vinto gli ultimi tre fotogrammi e ha preso il trofeo dopo il decisivo. Ne ho fatti cinquecento in quel gioco.

Ha anche raggiunto la finale del Campionato Giocatori, ma ho perso contro Jimmy White per 7-9. Hunter ha raggiunto il secondo round del Campionato del Mondo 2.004, dove ha perso contro Matthew Stevens per 12-13 , anche se lo era 10-6 e 12-10 sopra.

Hunter ha iniziato la stagione 2.004/2.005 raggiungere le semifinali del Grand Prix, dove ha perso 3-6 davanti a Ronnie O'Sullivan. Ha poi raggiunto i quarti di finale del China Open, pochi giorni dopo aver scoperto di avere il cancro. Il suo record in classifica era piazzare il numero 4 del mondo in stagione 2004/2005, scendendo al numero cinque della 2005/2006.

Il 6 aprile 2005, Hunter ha annunciato di soffrire di neoplasie neuroendocrine. Un portavoce del WPBSA (Associazione mondiale dei professionisti del biliardo e dello snooker) detto in quel momento: "Paul si sottoporrà a cure per curarsi da questa malattia. Vorrebbe rassicurare i suoi fan e follower che, come con la sua carriera da biliardo, è tenace e positivo nella sua lotta contro le malattie.". Hunter stava ricevendo la chemioterapia per la sua malattia.

Hunter è tornato in pista per l'inizio della stagione 2005/2006, ma ha perso contro Rory McLeod nel primo round del Grand Prix. La prossima partita della stagione di Hunter è stata nel campionato del Regno Unito contro Jamie Burnett, in cui Hunter ha avuto modo di girare intorno a un drammatico 6-8 contro per finire per vincere la partita 9-8. Nonostante questo, Hunter ha perso al turno successivo per 2-9 contro il successivo campione Ding Junhui. Perso nel primo round del Campionato del Mondo 2.006 da 5-10 davanti a Neil Robertson, la sua ultima partita.

Nella classifica di 2006/2007 caduto dal numero 5 a 34. Hunter ha ammesso che era peggio dell'anno prima e che viveva nel dolore continuo. Il 27 Luglio 2006, il WPBSA ha confermato che, dopo il voto dei soci, Le regole organizzative verrebbero modificate per consentire a Hunter di essere assente per l'intera stagione 2006/2007 con la tua classifica congelata in posizione 34. Aveva intenzione di dedicare quell'anno alla cura del suo cancro.

È morto 9 Ottobre 2006, cinque giorni prima dell'incontro 28 anni. Prima delle partite di Snooker della Premier League del 12 ottobre, giocatori come Jimmy White, Ronnie O'Sullivan, Ken Doherty e Ding Junhui, con l'arbitro Alan Chamberlain e i commentatori Willie Thorne e Phil Yates, sono rimasti in silenzio per ricordare Hunter. C'erano molti giocatori che hanno partecipato al suo funerale e il suo migliore amico, Matthew Stevens, era uno di quelli che portavano la bara.

I suoi colleghi professionisti Stephen Hendry, Mark Williams, Jimmy White, Matthew Stevens e Ken Doherty hanno guidato la petizione affinché il trofeo Masters fosse chiamato in qualche modo per ricordare la memoria di Hunter.. Anziché, il torneo Fürth German Open (un torneo che era non classificato e ora classificato minore) È stato ribattezzato Paul Hunter Classic in suo onore, un torneo che è stato vinto per la prima volta da Paul Hunter. In 2006 Hunter è stato premiato, postumo, con il premio BBC "Personalità sportiva dell'anno Helen Rollason"; la sua vedova Lindsey ha ritirato il premio a suo nome. In 2006, dopo la sua morte, La “Paul Hunter Foundation” è stata creata con l'obiettivo specifico di fornire giovani svantaggiati, con o senza disabilità, un'opportunità per giocare a biliardo e socializzare (http://www.paulhunterfoundation.org/).

 

 

Vedi anche

Qualificazioni Open dell'Irlanda del Nord 2021

Qualificazioni Open dell'Irlanda del Nord 2021 23 – 27 Agosto Morningside Arena (Leicester) El Irlanda del Nord …